Chiesa Evangelica di Parete


 e-mail: info@chiesadiparete.it 
             pastoregiuseppe@chiesadiparete.it


 :: Ultimi 20 post Cerca: ::  Archivio:
[ Scrivi ] RSS Feed 1.0 (Help)
22-06-2012
La Chiesa oggi verso la deriva
La chiesa dei nostri giorni
 
Non c’è più differenza; tra chi segue il Signore e chi e nel mondo, cioè l’evidenza delle persone convertite a Cristo e le non convertite.
Oggi nelle chiese la vanità si estende come una macchia d’olio; inizia con una piccola goccia e poi si espande, infatti le chiese pur di far proseliti, (ci si e lasciati andare nella permissività) cercando di far capire alle persone qual è la Verità Biblica, le chiese si riempiono di persone che vengono e restano nel loro costume di vita; perché questo?
Perché nella chiesa non trovano un modello da seguire, sia nel modo di vestire, sia nel modo di  comportarsi;  perché anche i “vecchi” nella fede, invece di dare un buono esempio di comportamento, e far sì che i nuovi convertiti potessero seguire e acquisire dei sani principi, si sono a loro volta accodati al modo di vestire e al modo di comportarsi dei nuovi arrivati, così facendo con il passar del tempo, la chiesa sta’ perdendo tutti i sani principi relativi al sano comportamento Cristiano.
 
Come un poco di lievito fa fermentare tutta la pasta, così la permissività nella chiesa.
Ora la permissività e stata adottata per le persone nuove che venivano a ravvedimento, finché lo Spirito non le toccasse e pian pianino gli si doveva far capire la giusta condotta da tenere, sia nel modo di parlare, sia nel modo di vestire che nel modo di comportarsi con la società che lo circonda, specie nella sua vita quotidiana.
Lasciando libera questa permissività, i nuovi convertiti a Cristo, anno contaminato anche i vecchi convertiti, che invece di dare loro un buono esempio da tenere, si sono adeguati ai loro costumi e pratiche, come fece il popolo di Israele quando prese possesso della terra promessa (Canaan)
 
Le chiese che sono in questa condizione si vantano pure di essere figlie e figliuoli di Dio, più il numero dei fedeli e grande, più la trasgressione si insinua in seno alle chiese.   
 
Cosa ci dice la parola di Dio?
1Co, 5,6 Il vostro vanto non è una buona cosa. Non sapete che un po' di lievito fa lievitare tutta la pasta?
 
Col, 3, 1: Se dunque siete risuscitati con Cristo, cercate le cose di lassù, dove Cristo è seduto alla destra di Dio.
2 Abbiate in mente le cose di lassù, non quelle che sono sulla terra.
 
La santità cristiana in opposizione ai costumi corrotti dei gentili
Ef, 4,17 Questo dunque attesto nel Signore, che non camminiate più come camminano ancora gli altri gentili, nella vanità della loro mente,
18 ottenebrati nell'intelletto, estranei alla vita di Dio, per l'ignoranza che è in loro e per l'indurimento del loro cuore.
19 Essi, essendo diventati insensibili, si sono abbandonati alla dissolutezza, commettendo ogni impurità con insaziabile bramosia.
20 Voi però non è così che avete conosciuto Cristo,
21 se pure gli avete dato ascolto e siete stati ammaestrati in lui secondo la verità che è in Gesù,
22 per spogliarvi, per quanto riguarda la condotta di prima, dell'uomo vecchio che si corrompe per mezzo delle concupiscenze della seduzione,
23 per essere rinnovati nello spirito della vostra mente,
24 e per essere rivestiti dell'uomo nuovo, creato secondo Dio nella giustizia e santità della verità.
 
Ricordandoci da dove veniamo e che cosa siamo
Ef, 5, 8 perché in passato eravate tenebre, ma ora siete luce nel Signore. Comportatevi come figli di luce

Responsabilità del predicatore
Tit. 2, 1: Ma tu esponi le cose che sono conformi alla sana dottrina:
2 i vecchi siano sobri, dignitosi, assennati, sani nella fede, nell'amore, nella pazienza;
3 anche le donne anziane abbiano un comportamento conforme a santità, non siano maldicenti né dedite a molto vino, siano maestre nel bene,
4 per incoraggiare le giovani ad amare i mariti, ad amare i figli,
5 a essere sagge, caste, diligenti nei lavori domestici, buone, sottomesse ai loro mariti, perché la parola di Dio non sia disprezzata.
 
Manifestazione della grazia di Dio
11 Infatti la grazia di Dio, salvifica per tutti gli uomini, si è manifestata,
12 e ci insegna a rinunziare all'empietà e alle passioni mondane, per vivere in questo mondo moderatamente, giustamente e in modo santo,
13 aspettando la beata speranza e l'apparizione della gloria del nostro grande Dio e Salvatore, Gesù Cristo.
 
Esortazioni utili alla vita cristiana
Tit. 3, 1: Ricorda loro che siano sottomessi ai magistrati e alle autorità, che siano ubbidienti, pronti a fare ogni opera buona,  
2 che non dicano male di nessuno, che non siano litigiosi, che siano miti, mostrando grande gentilezza verso tutti gli uomini.
3 Perché anche noi un tempo eravamo insensati, ribelli, traviati, schiavi di ogni sorta di passioni e di piaceri, vivendo nella cattiveria e nell'invidia, odiosi e odiandoci a vicenda.
 
Partendo dalla vita matrimoniale
Sapendo che la famiglia e molto importante agli occhi di Dio, e che da essa iniziano i cattivi insegnamenti
attraverso i loro comportamenti; come liti in famiglia tra marito e moglie con atti violenti, dal modo di vestire, il modo di parlare volgare e il modo di dialogare con altre persone; da quello che uno apprende dai suoi genitori, a sua volta lo si trasferisce ai propri figli, e così via.
Restando in questa condizione, anche quando si frequenta la chiesa si vedono donne che indossano dei pantaloni strettissimi, delle gonne strette e corte che non riescono neanche a sedersi in modo composto, delle magliette o delle camicette strette e con delle ampie scollature da far sì da mettere in mostra tutte le loro forme del corpo, senza rendersi conto (o forse si) di essere oggetto di desiderio e seduzione agli occhi degli uomini inducendoli a peccare.
Tra questi ci sono molti mariti che sono consenzienti o addirittura le consigliano a vestirsi in modo appetitose, altri invece cercano di correggerle nel modo di vestirsi (non perché non amano le loro mogli ma vogliono che non si mostrino agli altri) ma vengono azzittiti dalle mogli; questo comportamento delle donne, a loro volta condizionano anche il modo di vestire di loro figli condizionandole già da bambine, in più dando un cattivo esempio alle ragazze nuove convertite. 
Tutto parte male, perché pure essendo in chiesa si e lontani da Dio, e non si rispettano le regole che Dio comanda per avere un sano matrimonio, cioè il rispetto della parola di Dio e il rispetto reciproco dei ruoli.
  
VI PRESENTO I GRANDI NEMICI DEL MATRIMONIO
Come può essere possibile che due persone che si promettono amore eterno, poi quando cominciano ad apparire le normali delusioni, finiscono per odiarsi o semplicemente a non sopportarsi più! Causando a volte separazioni e divorzi.
Le cause di questa morte sentimentale sono molte e varie, ma voglio elencare  le più diffuse; mentre le leggeremo cerchiamo di memorizzarle nella nostra mente, così tenendole sempre in evidenza non permettiamo che siano le cause di rottura matrimoniale per noi:
 
 QUESTA E LA LISTA DEI NEMICI DEL MATRIMONIO
  1. L’infedeltà,  Matteo  5:32  il Signore stabilisce l’adulterio come unica motivazione valida per il divorzio, sempre e quando la parte offesa non possa perdonare.
  2. Le menzogne.
  3. La gelosia.
  4. L’amarezza.   Pr. 21:19      25: 24      19:13
  5. La mancanza di tempo.
  6. La perdita del romanticismo.
  7. L’eccesso di indipendenza o di dipendenza eccessiva.
  8. L’abitudine di discutere su tutto.
  9. Il non riuscire a perdonare.
  10. La mancanza di consacrazione.
 L’Apostolo Pietro ci da un consiglio
1P, 3, 1: Anche voi, mogli, siate sottomesse ai vostri mariti perché, se anche ve ne sono che non ubbidiscono alla parola, siano guadagnati, senza parola, dalla condotta delle loro mogli,
2 quando avranno considerato la vostra condotta casta e rispettosa.
3 Il vostro ornamento non sia quello esteriore, che consiste nell'intrecciarsi i capelli, nel mettersi addosso gioielli d'oro e nell'indossare belle vesti,
4 ma quello che è intimo e nascosto nel cuore, la purezza incorruttibile di uno spirito dolce e pacifico, che agli occhi di Dio è di gran valore.
5 Così infatti si ornavano una volta le sante donne che speravano in Dio, restando sottomesse ai loro mariti,
6 come Sara che obbediva ad Abraamo, chiamandolo signore; della quale voi siete diventate figlie facendo il bene senza lasciarvi turbare da nessuna paura.
 
Non facciamo come quei farisei che Gesù dovette riprendere
Lu, 11,39 Il Signore gli disse: «Voi farisei pulite l'esterno della coppa e del piatto, ma il vostro interno è pieno di rapina e di malvagità.
 
Ascoltate quanto ci dice L’Apostolo Paolo
1Ti, 2,9 Allo stesso modo, le donne si vestano in modo decoroso, con pudore e modestia: non di trecce e d'oro o di perle o di vesti lussuose,
10 ma di opere buone, come si addice a donne che fanno professione di pietà.

11 La donna impari in silenzio con ogni sottomissione.
12 Poiché non permetto alla donna d'insegnare, né di usare autorità sul marito, ma stia in silenzio.
 
E ancora
1Co, 14,34 Come si fa in tutte le chiese dei santi, le donne tacciano nelle assemblee, perché non è loro permesso di parlare; stiano sottomesse, come dice anche la legge.
35 Se vogliono imparare qualcosa, interroghino i loro mariti a casa; perché è vergognoso per una donna parlare in assemblea.
 
Scritta con amore, per una buona ed accettevole crescita nelle vie del Signore.
Dio ci Benedica
                                         Anno 2012 sesto mese
                                         Frat. Raffaele Bencivenga
by Manu08 | commenti (0) | commenta | modifica | trackback
 
Torna alla visualizzazione di tutti i post

Home ::: Chi Siamo ::: Soci ::: Blog ::: Guestbook ::: Statuto ::: Eventi ::: Immagini ::: Dove Siamo ::: Contatti :::

Sito Online Plus di Euweb