Chiesa Evangelica di Parete


 e-mail: info@chiesadiparete.it 
             pastoregiuseppe@chiesadiparete.it


                   CORPO  DIRETTIVO

                      FORMATO DA:
Frat.  Domenico   D'ANGIOLELLA    Direttore

Frat.  Pasquale     COTUGNO          Segretario

Frat.  Domenico    IZZO                Tesoriere

Frat.  Michele       TUOZZO            Consigliere

Frat.  Alfonso        RICCARDO         Consigliere



                                           Pastore 
                                      Giuseppe  Verde


Principi dottrinali
La Chiesa accetta e riconosce i seguenti punti di fede:



1°  LA CHIESA
Crediamo nella divina ispirazione ed inifallibilità
delle Sacre scritture. 

Crediamo che la Chiesa del nostro Signore Gesù Cristo sia una , universale ed indivisibile, formata da tutti gli uomini che hanno accettato Gesù Cristo come loro personale Salvatore, senza distinzione di nazionalità, lingua, colore o costume.
I vincoli che uniscono i membri della Chiesa sono, l'amore e la fede comune ed il loro stendardo è il Nome di Gesù Cristo.
Per  cui crediamo nell' amore fraterno, amandoci teneramente gli uni verso gli altri, nell'amore del nostro Signore Gesù Cristo, usando riguardo gli uni verso gli altri come raccomanda la parola di Dio


2° C'E' UN SOLO DIO
Crediamo che ce un solo Dio, nella creazione,
rivelazione e redenzione.

Crediamo che c'e' un solo Dio che si è manifestato al mondo in distinte forme attraverso i secoli, e che si è rivelato in modo speciale:
- come Padre nella creazione dell' Universo,
- come Figlio nella redenzione dell' Umanità,
- come Spirito Santo spargendosi nei cuori dei credenti.


3°  GESU' CRISTO
Crediamo che Gesù Cristo è Dio, nel'unità del
Padre, la Parola e lo Spirito Santo

Crediamo che Gesù Cristo nacque miracolosamente dal ventre della vergine Maria, per opera dello Spirito Santo e che nello stesso tempo è l'unico e vero Dio. (Rom. 9:5  1° Giov. 5:20).
Lo stesso Dio nell' Antico Testamento prese forma umana. (Isaia 60:1-3).
"E la Parola fatta carne, ed è abitata fra noi". (Giov. 1:14).
Dio è stato manifestato in carne, è giustificato nello Spirito, è apparso agli angeli, è stato predicato tra i gentili, è stato creduto nel mondo, è stato elevato in gloria." (1° Tim. 3:16).
Pertanto crediamo che Gesù Cristo è Dio
"Perche in lui abita corporalmente tutta la pienezza della Deità"
(Col. 2:9).
La Bibbia nè fa conoscere tutti gli attributi;
E' Padre Eterno e nello stesso tempo è un Fanciullo che c'è nato.
(Isaia 9:5).
E' il Creatore di tutto. (Giov.1:16-17; Isaia 45:18).
E' Onnipresente. (Giov. 3:13; Deut. 4:39).
E' sempre lo stesso. (Eb 13:8; Salmo 102:27).




4°  LO SPIRITO SANTO
Crediamo nel battesimo dello Spirito Santo, sia 
nella redenzione sia nei doni spirituali

Crediamo nel battesimo dello Spirito Santo, promesso da Dio nell'Antico Testamento e sparso sui redenti, dopo la Glorificazione del Signore Gesù Cristo, che     è colui che l'invia.
(Gioele 2:28-29; Giov. 7:37-39; 14:16-26).
Lo Spirito Santo dà doni agli uomini, e questi servono per l'edificazione della Chiesa.
(Rom. 12:6-8; 1°Cor.12:1-12; Ef:4:7-13), e che serve per la formazione di un carattere cristiano più grato a Dio. (Gal. 5:22-25).
Tutti i membri della Chiesa, devono cercare lo Spirito Santo cercare di vivere costantemente nello Spirito, come raccomanda la Parola dI Dio (Rom 8: 5-16; Ef. 5:18; Col. 3:5).


5°  IL BATTESIMO IN ACQUA
Crediamo nel battesimo in acqua per immersione,
comandato dal Signore nostro Gesù Cristo,
(Matt. 28: 18-20)
e messo in pratica dagli Apostoli.
 (Atti 2:38; Atti 19:5)

Crediamo nel battesimo in acqua per immersione.
Il battesimo deve essere per immersione, perchè solo così rappresenta la morte dell' uomo al peccato.
Essendo così simile alla morte di Cristo
(Rom. 6:1-5).


6°   LA  RISURREZIONE
Crediamo nella Risurrezione del nostro Signor Gesù Cristo

Crediamo nella Risurrezione letterale del nostro Signor Gesù Cristo che avvenne il terzo giorno dalla sua morte, come riportano gli Evangeli.
(matteo 27:60-64; Marco 16:1-20; Luca 24:1-12, 36-44; Giov. 20:12-20)
Questa Risurrezione era stata annunciata dai profeti, (Isaia 53:12)
ed era necessaria per la nostra speranza e giustificazione (1 Cor. 15:20; Rom. 4: 25)


7°  IL RACCOGLIMENTO DELLA CHIESA
ED IL MILLENNIO

Crediamo nell'atteso ritorno del Signore
nostro Gesù Cristo, secondo le scritture.

Crediamo che la Chiesa, e composta dai morti nel Signore e dai fedeli che sono sopra la terra.
Nel momento del rapimento, sarà rialzata per andare ad incontrare il Signore nell'aria e partecipare alle "nozze dell'Agnello".
Poi, verrà con Lui sulla terra per eseguire il giudizio delle nazioni e regnare con Cristo mille anni.
Questo periodo sarà preceduto dalla Grande tribolazione e dalla battaglia di Armagheddon, alla quale il Signore metterà fine, quando discenderà sopra il monte degli Ulivi con tutti i suoi santi.

(1 Tass. 4:13-17; 1 Cor. 15:51-54; Fil. 3:20-21; Isaia 65:17-25;
Dan. 7: 27; Mich. 4:1-3; Zac. 14:1-6; Matt. 5:5; Ap. 20:1-5;
Rom. 11: 25-27).


8°    IL CORPO MINISTERIALE
Crediamo che il pastore è l'incaricato più elevato nella
Chiesa di Gesù Cristo

Crediamo che il ministero è uno strumento di Dio, e che lo Spirito Santo, conferisce ad ogni ministro la facoltà di servire la Chiesa, con distinte capacità e con distinti doni, le cui manifestazioni sono tutte per l'eificazione del Corpo di Cristo.
(Rom. 12:6-8; 1°Cor. 12:5-11; Ef. 4:11-12).
Crediamo inoltre, che lo Spirito Santo usa il ministro in distinte forme, secondo la necessità dell'Opera di Dio, e secondo la capacità e disposizione personale del ministro.
Nessuno può essere collocato in una posizione più elevata di quella che si merita. 
(Rom. 13:3; 1°Tim. 3:13).
Crediamo che il vescovato (Pastore) è l'incaricato più elevato nel ministero e che a coloro che l'occupano si deve mostrare considerazione e rispetto, senza tralasciare quelli che occupano posizioni di minore responsabilità.


9°  SISTEMA ECONOMICO DELLA CHIESA

Crediamo che il sistema che la Bibbia insegna per ottenere i fondi necessari al compimento dell'Opera, sono le offerte, che devono essere praticate sia dai ministri, sia dai credenti.
(Gen. 28:22; Mal. 3:10; Matteo 23:23; Luca 6: 38; Fatti 11:27,30; 1° Cor. 9:3-14; 16:1-2; 2° Cor. 8:1-16; 9:6-12; 11:7-9; 1° Tim. 5:17-18; 6:17-19; Gal. 6:6-10; Fil. 4:10-12,15-19)
Sapendo che l'Opera di Dio non ha solo un aspetto spirituale, ma anche materiale, crediamo che è necessario regolamentare il modo in cui si raccolgono e si distribuiscono i fondi necessari per rispondere alle necessità materiali dell'Opera. 



10°   LO  STATO  E  LA  CHIESA

I cristiani devono partecipare alle attività civili secondo le loro capacità e inclinazioni politiche, però sempre riflettendo le loro idee personali e non quelle della chiesa, la quale, è sempre neutrale.
Nello stesso tempo, tutti i cristiani devono ubbidire alle autorità civili e a tutte le leggi e disposizioni che esse emettono, sempre che! non siano in contraddizione con i loro principi religiosi, o li obblicano a fare cose contrarie alla propria coscenza.
(Rom. 13:1-7) 


Home ::: Chi Siamo ::: Soci ::: Blog ::: Guestbook ::: Statuto ::: Eventi ::: Immagini ::: Dove Siamo ::: Contatti :::

Sito Online Plus di Euweb